Le migliori canzoni con bassi potenti (Fai esplodere il tuo subwoofer)

Le migliori canzoni con bassi potenti (Fai esplodere il tuo subwoofer)

La selezione delle migliori canzoni con bassi potenti di molti generi musicali, inclusi rock, hip hop, rap, EDM, dubstep e altri stili di musica elettronica.

Le migliori canzoni con un buon basso

L’elenco include alcune nuove canzoni con un buon basso, oltre ad alcuni già classici che apprezzeranno i fan del basso. Ti consigliamo di utilizzare buoni subwoofer o buone cuffie per goderti questi brani con i bassi più potenti.

Se vuoi creare le tue canzoni, puoi creare canzoni o ritmi con strumenti online gratuiti.

Elenco delle 40 migliori canzoni con bassi potenti

  1. DERP di Bassjackers y MAKJ
  2. I Can’t Stop di Flux Pavilion
  3. Best Day Ever di Mac Miller
  4. Starlight di Muse
  5. Sail di Awolnation
  6. Candy Paint di Post Malone
  7. Sun Flower di Post Malone
  8. Congratulations di Post Malone
  9. Posing As Me di Umek
  10. God’s Plan di Drake
  11. Rockstar di DaBaby
  12. Mood di 24kGoldn
  13. Woo-Boost di Rusko
  14. Heartbeat Nneka di Chase and Status
  15. R.I.P. di Rita Ora ft. Tinie Tempah
  16. Tommy’s Theme di Noisia
  17. Sahtijan di Bozo Vreco and Billain
  18. Titanium di David Guetta ft. Sia
  19. Billionera di Otilia ft. Ricii Lompeurs
  20. The Vision Let me breathe di Joker ft. Jessie Ware
  21. Cake di Ivy Lab
  22. Lovin U di Stwo
  23. Vultures di Chee
  24. Breaking a Sweat di Skrillex ft. The Doors
  25. Program di Chase and Status ft. Irah
  26. Archangel di Burial
  27. Haunted di Stwo ft. Sevdaliza
  28. Want U di StadiumX and Metrush
  29. Never di Nalestar and Freakpass
  30. Mystery di The First Station
  31. Thief di Ookay
  32. The Search di NF
  33. Right Now di Fabian Mazur ft. Luude
  34. Chinatown di Distinkt
  35. Chronic di Matroda
  36. Horse di Salvatore Ganacci
  37. Dustup di Noisia and The Upbeats
  38. Jaguar di Excision y Datsik
  39. Becoming insane di Infected Mushrooms and Warriors
  40. Soundclash di Flosstradamus and Troyboi
  41. Rinzler di Daft Punk

Bassjacker e MAKJ PRSP

Se stai cercando un ottimo esempio di festival grand hall house, non cercare oltre perché non troverai un rappresentante migliore di questo sottogenere musicale di questo successo, che è stato creato in collaborazione con MAKJ e Bassjackers. Questa canzone è stata suonata per anni nei principali festival musicali e, sebbene i suoi elementi siano molto semplici, contenendo alcuni elementi musicali direi “economici”, come una melodia semplice e prevedibile, il modo in cui questo duo di produzione è riuscito a elevare questa canzone. a un livello superiore è sorprendente. Ad ogni modo, questa canzone è perfetta per tutti i festival, ma anche per gli allenamenti o qualsiasi altra situazione in cui stai cercando un po’ di energia in più!

Non posso fermarmi al Flux Pavilion

Sebbene abbia avuto origine nei primi anni ’90, Dubstep ha dovuto aspettare 20 anni per diventare uno stile musicale mainstream. Nel 2010 abbiamo assistito a un enorme cambiamento nell’industria della musica elettronica. È nato Dubstep, come lo conosciamo oggi. Linee di basso pesanti completate da sintetizzatori e una gamma di 138-145 bpm, combinate con una semplice formula kick-kick-rullante-kick che ha definito la musica elettronica che stiamo ascoltando oggi.

Il produttore britannico Joshua Steele, meglio conosciuto come Flux Pavilion, è stato uno dei pionieri del nuovo movimento dubstep emergente. Influenzato da artisti del calibro di David Bowie, The Beatles, Frank Zappa, Prodigy e Chemical Brothers, decise di esplorare le dinamiche della musica per basso basata sui sintetizzatori. Il suo suono di synth urlante, amplificato dal sub-basso, ha portato a uno dei più grandi successi degli albori del dubstep mainstream. È abbastanza chiaro che i testi di “I can’t stop” sono solo il dettaglio decorativo di alcune magistrali abilità di costruzione di sintetizzatori che Flux Pavilion ha creato da solo. Molti hanno provato a replicare il suono ma è finito tragicamente.

Un semplice accumulo melodico è un elemento atteso e necessario nel successo dubstep degli anni 2000, ma il popolarmente chiamato “drop” era qualcosa che l’ascoltatore per la prima volta non si aspettava ed è per questo che Flux Pavillion è arrivato a questa lista.

Se ti piace la musica elettronica, ti lasciamo una guida alle migliori tastiere controller MIDI per realizzare Beats.

Il miglior giorno di sempre di Mac Miller

Mac Miller è stato uno dei rapper più famosi ed esposti nella musica rap moderna e nella cultura hip hop. Mac Miller ci ha purtroppo lasciati giovani, a 26 anni, ma le sue canzoni che hanno intrattenuto milioni di persone rimarranno senza tempo come il ricordo di Mac. A Mac Miller piaceva anche sperimentare la musica, che si vede meglio in questa canzone, seguita da un ritmo pesante, vecchio stile scolastico e rap cristallino, che a differenza del mumble-rap ha effettivamente un senso ed è facilmente riconoscibile. Mac Miller ha trovato la sua individualità e il suo climax creativo combattendo gli attuali standard del settore. Il ricordo di Mac Miller rimarrà per sempre, e continuerà a vivere le canzoni che ci ha lasciato e che saranno ricordate per generazioni.

Starlight di Muse

I Muse sono un gruppo rock alternativo britannico con un potente suono moderno che ti lascerà a bocca aperta! I suoi bassi sono pesanti, forti e aggressivi. Questa canzone è dell’anno 2006, dal suo album Black Holes and Revelations.

La canzone ha raggiunto la posizione numero 13 nella UK Singles Chart nell’anno di uscita. Inoltre, ha raggiunto il numero 2 della classifica Modern Rock Tracks.

Vela da Awolnation

Awolnation’s Snail è una delle canzoni più strane di questa lista. Combina elementi di musica strumentale orchestrale, che ascoltiamo su sintetizzatori “punteggiati” che definiscono il percorso della melodia che ci accompagna per tutta la durata dell’esecuzione.

Degno di nota è anche il basso distorto, accompagnato da una voce più distorta, e sebbene la canzone sia lenta, grazie a ciò assume un carattere veloce e potente. Se hai ascoltato altre canzoni di questa band, probabilmente saprai che spesso combinano stili diversi, spesso includendo elementi di musica sperimentale, elettronica e heavy metal. Gli Awolnation sono una band che è un vero aggiornamento sulla scena, e non vediamo l’ora che arrivino i loro nuovi lavori! Questa è una canzone di basso molto popolare che farebbe sicuramente vibrare i tuoi subwoofer.

Se ti piacciono i bassi, dai un’occhiata alla nostra guida ai  migliori bassi economici per principianti.

Candy Paint di Post Malone

Post Malone non solo crea musica per la tua playlist Spotify, ma puoi anche ascoltarla se guardi un buon film come Fast & Furious. Ma questa non è la prima volta che la canzone di Malone è stata la colonna sonora di un film! Anche la suddetta canzone “Sunflower” era un brano musicale sullo schermo e poteva essere ascoltata nell’ultima parte della serie Spiderman! Questa canzone è un po’ più lenta delle altre canzoni del rapper newyorkese, ma è altrettanto buona, se non migliore, del resto del suo lavoro. Ascoltando questa canzone, è difficile credere che gli inizi musicali di Malone fossero legati alla musica Heavy Metal. Come Skrillex, entrambi sono finiti in generi completamente diversi da quelli che hanno esplorato all’inizio della loro carriera.

Sun Flower di Post Malone

Anche se questa canzone di Post Malone ha poco meno di 2 anni, per via dello stile e dell’arrangiamento stesso provoca nostalgia a molti, come se fosse uscita prima di 20 o più anni. Questo lavoro mostra assolutamente tutto lo splendore del talento di Post Malone e conferma il fatto che egli è uno degli artisti più versatili della scena che non ha paura di affrontare tanti stili impegnativi, sia nel canto che nella produzione. Il suddetto brano è una prova del grande talento che possiede Malone, ma anche del grande coraggio necessario per presentarsi davanti al pubblico con qualcosa di nuovo, diverso e fresco. Per questo motivo Post è diventato uno dei giovani musicisti più talentuosi il cui picco di creatività deve ancora arrivare. E non ci resta che attendere, perché siamo più che sicuri che ci sorprenderà positivamente anche in futuro!

Congratulazioni Post Malone

Post Malone è uno dei rapper/artista pop più popolari degli ultimi tempi. La sua fusione di musica rap, con elementi di RnB, trap, ma spesso rock n’ roll e pop, lo ha messo in orbita! Artisti come Drake hanno sicuramente stabilito nuovi standard nella musica rap. Ma sono stati Post Malone e simili che hanno colto al volo l’occasione e sono riusciti a esplorare ulteriormente l’idea di esplorare l’idea della musica rap multidimensionale. Malone intraprende le tendenze più nevrotiche della generazione ma mostra anche un’ampia gamma di influenze le cui radici penetrano nelle essenze del rap, del synthpop e dell’hard rock. Questa canzone presenta melodie forti, ritornelli appariscenti e un mix insolito di variabili strumentali.

Dai un’occhiata alla nostra recensione delle migliori tastiere musicali e pianoforti digitali.

In posa come me di Umek

Dj Umek è un DJ sloveno riconosciuto dai fan della techno e della tech-house di tutto il mondo. Si sforza costantemente di modernizzare i suoi arrangiamenti, suoni e produzione ballando tra i generi, quindi è davvero difficile inserirlo in qualsiasi stampo. Dice che le sue prime produzioni non sono solo piene di errori, ma la maggior parte di essi sono errori. Ad ogni modo, tutto questo caos di bug sembra essere stato risolto in un modo che suona piuttosto nuovo e fresco.

Considerando che Umek ha registrato “Posing as me” nel 2006, è chiaro che è un artista straordinario che, dopo 30 anni di carriera, può dirsi uno dei pionieri di un sound che non è da meno rispetto alle hit attuali. in termini di produzione e creatività. Umek è sempre alla ricerca di nuovi suoni, sfidando tutti i cliché esistenti nell’industria musicale è facilmente riconoscibile in «Posando come me». Anche il testo della canzone stessa è in anticipo sui tempi e potrebbe essere facilmente applicato agli standard odierni di bellezza e preoccupazione umana per loro. Ricordiamo che il testo è stato scritto molto prima dell’arrivo della generazione dei selfie, quindi Umek, oltre ad essere definito un visionario in fatto di musica, può essere visto anche come un critico dei fenomeni sociali ancor prima che appaiano.

Il piano di Dio di Drake

Drake è uno dei migliori musicisti di oggi. Ha completamente trasformato la musica hip-hop e nessuno come lui è riuscito a combinare qualcosa che sembra praticamente impossibile, la musica pop e rap, con un tale successo. Ma i successi, le collaborazioni con altri artisti e tanti fan sono la migliore conferma che Drake ha avuto successo! La canzone “El plan de Dios” è uno dei più grandi successi del 2018, ma non solo per la canzone in sé, ma anche per il video che l’accompagna. È difficile trovare una persona che non abbia versato una lacrima per un video di Drake che dona denaro a coloro che ne hanno più bisogno. I poveri, i bambini, le scuole, i lavoratori. Cosa posso dire se non grazie e che vogliamo che altri musicisti decidano su una mossa così lodevole.

Rockstar di DaBaby

Siamo ancora di buon umore! DaBaby appartiene a un gruppo di nuovi artisti rap, e se si considera che ha iniziato a suonare musica professionalmente solo 5 anni fa, è incredibile quanto successo abbia avuto in così poco tempo! Il suo più grande successo, “Rockstart”, lo ha sicuramente collocato tra gli artisti più grandi e popolari della cultura hip-hop moderna, e quindi gli ha portato collaborazioni con nomi come Dua Lipa, Lil Wayne, Camilla Cabello e molti altri che occupano regolarmente i più alti posizioni nelle classifiche musicali. DaBaby è un aggiornamento sulla scena musicale, che i fan hanno riconosciuto, e grazie al quale possiamo aspettarci molta più nuova musica e lavoro creativo dallo studio di questo artista.

Potresti essere interessato alla nostra recensione sulle migliori tastiere controller MIDI per produttori di musicisti principianti e professionisti.

Mood di 24kGoldn

Lo sviluppo di nuove piattaforme social come Tik-Tok ha aperto innumerevoli opportunità per nuovi musicisti e uno di quelli che ha colto al volo l’occasione è stato 24kGoldn. Al momento, è difficile definire quale sia l’età d’oro dell’hip-hop in quanto è ancora in via di sviluppo, ma è lì da abbastanza tempo che, come in altre direzioni simili, coloro che creano questa musica si dividono in nuovi e vecchi . scuole.

L’attuale generazione di rapper è generalmente influenzata da tre fattori: Lil Wayne, Kanye West e Atlanta. 24kGoldn fa parte della nuova generazione di rapper i cui modelli di ruolo sono molto facili da trovare in questi artisti, ma anche tra i membri di stili un po’ più moderni rappresentati da artisti come Post Malone e simili. E il rapido successo di 24kGoldn è dimostrato dal fatto che nomi come Justin Bieber e J Balvin hanno remixato la sua canzone Mood.

Woo-Boost di Rusko

Se cerchi su Google il testo di Woo-Boost, ecco cosa troverai: “Wub Wub Wub” Christopher William Mercer, meglio conosciuto come Rusko, è uno dei pionieri del dubstep britannico mainstream. Il suo dubstep intriso di reggae, risultato della massiccia immigrazione di caraibici nel Regno Unito, ha creato una scena che si è rapidamente diffusa dalla sua città natale di York in Inghilterra al resto del mondo. Il lavoro di Rusko ha un suono “felice”. Sì, la formula del “dubstep tradizionale” era ancora lì, ma l’influenza del reggae dai ritmi afro-caraibici tradizionali è presente in tutto il suo lavoro.

Ad oggi, Rusko è considerato uno dei grandi dell’industria dubstep mainstream. Oh, mi ero quasi dimenticato di dirlo. A quanto pare Rusko ama il pollo. Non chiedermi perché. Chiedi a lui. Questa è una canzone perfetta per testare i tuoi subwoofer.

Heartbeat Nneka da Chase and Status

Probabilmente hai sentito questo. E non perché ti piaccia la scena musicale nigeriana (è da lì che viene Nneka), o perché ti piacciono Chase and Status. Chase e Status decisero di fare un remix di questa canzone (hanno anche comprato una chitarra elettrica per questa occasione) e realizzarono uno dei più grandi successi nella fusione di musica elettronica e rock dell’epoca.

Semplici riff di chitarra elettrica accompagnati dalle grandi capacità vocali di Nneka e dalle capacità di produzione del duo londinese, hanno creato un’armonia ritmica influenzata dalla Nigeria, il suono elettronico emergente del Regno Unito e, all’epoca, un nuovo suono emergente che cerca di cambiare l’industria musicale.

Visita la nostra recensione sulle migliori DAW per registrare musica e audio per PC Windows, Mac e Linux.

RIP di Rita Ora ft. Tiny Tempah

Nel 2013, Rita Ora ha pubblicato la sua canzone di successo “RIP” in collaborazione con Tinie Tempah, e il testo recita così: “Can, can, can, you, feel, feel, feel, feel, my, my, my, my, il cuore si spezza”.

Un brano che mette in risalto l’incredibile voce di Rita al ritmo di Tinie Tempah. Questa canzone ha tutto ciò che puoi chiedere. Ti lascerà a bocca aperta con quelle melodie e quei bassi potenti che esplodono dai tuoi subwoofer.

Il tema di Tommy di Noisia

Ecco un fatto divertente. Se metti “NOISIΛ” al contrario, otterrai “VISION”.

I Noisia sono una delle band che meritano più riconoscimenti di quanti ne ottengano. Negli ultimi 20 anni, hanno sempre ballato una linea sottile tra la musica mainstream e la musica underground guidata dal movimento. Ad oggi, puoi trovare il suo lavoro negli ultimi 10.000, mentre alcuni dei suoi successi hanno creato 14 milioni di visualizzazioni.

Noisia ha sempre suonato spingendo i confini della musica elettronica includendo elementi di musica classica, hip-hop, drum n’ bass ed esplorando i limiti tecnici della musica che amano fare. Questo è ciò che troviamo anche in questa canzone. La voce del coro classica e inquietante seguita da una linea di basso strisciante ha creato una perfetta simbiosi di vecchio e nuovo.

Il suono Neuro-funk, campioni registrati dal vivo e progressione di basso eseguita a Groningen, nei Paesi Bassi, è qualcosa che tutti gli amanti della musica elettronica amano.

Sahtijan di Bozo Vreco e Billain

Bozo Vreco è uno dei migliori artisti vocali al mondo. È noto per le sue incredibili capacità vocali, in particolare per l’esecuzione di musica tradizionale bosniaca chiamata “sevdalinka”. Negli ultimi anni, Bozo ha deciso di allontanarsi dal canto solista a cappella e ha iniziato a sperimentare diversi tipi di musica strumentale. Il suo stile e la sua presenza unici stanno creando un’esperienza unica e gli ascoltatori per la prima volta di solito diventano fan per tutta la vita. Abilità vocali quasi androgene distinguono Bozo da una voce convenzionale di tutti i giorni, rendendolo un fenomeno all’avanguardia.

E poi abbiamo questo ragazzo. Billaine.

Billain è una delle figure più prolifiche della scena musicale Neurofunk. La sua ingegneria del suono, che tra l’altro è documentata sul suo canale youtube, dimostra una manciata di abilità e pensiero creativo.

I suoni registrati dal vivo registrati nel suo studio di casa colpendo oggetti di uso quotidiano con una bacchetta (massaggiatore vecchio stile, pentole, ecc.) e modulando, creano un’atmosfera sonora quasi trasformativa. Le radici del suo suono oscuro ed emozionante risalgono alla sua ammirazione per Stanley Kubrick, David Cronenberg, John Carpenter e Katsuhiro Otomo.

Se ti piace fare ritmi, dai un’occhiata alla nostra recensione delle migliori batterie elettroniche economiche per principianti.

Titanio di David Guetta ft. Sia

“Titanium” di David Guetta è una ballata electro house i cui testi cantati da Sia parlano di forza interiore. La recensione della canzone è stata positiva ed è stato commentato che è uno dei temi più importanti dell’album Nothing but the Beat. La canzone è riuscita a piazzarti tra i primi 10 in paesi come Francia, Germania, Spagna, Irlanda, Paesi Bassi, Australia, Austria, Finlandia, Nuova Zelanda, Norvegia, Svezia, tra gli altri. Ha anche raggiunto la top 20 in Canada e nel Regno Unito. Un EP di download digitale è stato rilasciato su Beatport nel novembre 2011 con versioni remixate.

Spiccano la voce simile a Fergie di Sia e le linee di basso forti e potenti. Premi Play su “Titanium” e goditi una delle migliori canzoni con bassi potenti.

Billionera di Otilia ft. Ricii Lompeurs Remix

Probabilmente hai sperimentato qualcosa del genere. Stai guidando nell’auto di un amico e all’improvviso senti una canzone che distoglie la tua attenzione. Ma non hai idea di chi possa essere. Ricii Lompeurs non è un produttore molto noto. Le sue capacità di produzione non sono al livello di Amon Tobin, Pryda o Richard Devine. Tuttavia, i suoi remix raggiungono spesso decine di milioni di visualizzazioni su YouTube. Ricii Lompeurs, principalmente un remixer, è recentemente diventato uno dei pionieri della cultura del “trambusto” nella musica.

Il suo stile è più vicino al basso brasiliano, occupando regolarmente i primi posti nelle stazioni radio europee e nelle playlist dei club. I video che accompagnano le loro canzoni spesso presentano immagini di belle donne che si allontanano illegalmente dalle strade russe a tarda notte. Il remix del brano “Billionera” di Otilia non spicca nella produzione di altri lavori di Ricci. L’inconfondibile basso “Reese” ci introduce subito in un “build-up” accompagnato dal canto in spagnolo di Otilia. Come previsto, seguito da un “down” duro e brutale perfetto per guidare un’auto di notte o saltare in una discoteca. Ad ogni modo, finché ci sarà del materiale di remix, ci sarà anche il grande lavoro di Ricii.

Non perdere la nostra guida alle migliori batterie acustiche economiche per principianti adulti.

The Vision (Lasciami respirare) di Joker ft. Jessie Ware

Joker è uno dei produttori più rispettati nell’industria della musica elettronica britannica. Uno dei creatori del genere “Wonky”, noto anche come purple-sound, aquacrunk e laser hip-hop, Joker continua a stupire il suo ascoltatore con ogni traccia che pubblica.

Le progressioni lente ma potenti, accompagnate da sintetizzatori di piombo quadrati, ci ricordano la musica dei videogiochi, ma in un pacchetto pesante, a volte quasi brutale. La sua musica pone l’accento sulle frequenze e sugli effetti di manovra che riciclano e fondono diversi stili e influenze, mantenendo in gran parte una cultura della danza che trascende i suoi primi giorni di produzione di musica Grime. Il subwoofer specifico rende riconoscibile il tuo stile. Non è musica che ricorda l’accoppiamento di due trasformatori, ma contiene comunque molta energia in attesa di esplodere.

Jessie Ware, nota per le sue esibizioni con SBTRKT e Sampha, aggiunge all’idea che Joker sia diventato troppo grande per il suo status di produttore da camera da letto ed è pronto come parte della cultura dubstep tradizionale.

Cake di Ivy Lab

Il trio di produzione, meglio conosciuto come Sabre, Stray e Halogenix, sono noti produttori britannici che da anni intrattengono le masse con i loro suggestivi colpi di batteria. Ora un duo (Halogenix a sinistra) del nord di Londra riunito per esplorare la scena del basso britannico è attivo da anni. E probabilmente producono il suono più duro in questa lista.

Ivy Lab è difficile da leggere. L’unica cosa certa quando ascolti la sua musica è che puoi aspettarti l’inaspettato. E quando ti aspetti l’inaspettato, Ivy Lab si sforza di sorprenderti di nuovo da dietro.

Spesso spaziano tra i generi musicali, ma il suono più riconoscibile proviene dall’area glitch-hop, dubstep e bass del Regno Unito.

Solidi ritmi dance e linee di basso si intrecciano con voci e sintetizzatori spesso filtrati che hanno un’atmosfera horror e contribuiscono al suono horror ora riconoscibile. L’enfasi sull’atmosfera e un semplice ritmo a progressione lenta soddisfa l’orecchio dell’ascoltatore, e tocchi occasionali come suoni del respiro, manipolazioni vocali e sintetizzatori che solo Ivy Lab può incorporare in un pezzo come questo aggiungono un’impressione positiva.

Potrebbe interessarti una guida ai migliori microfoni per cantare dal vivo: economici e costosi.

Stwo Lovin’ U

La prima volta che ho sentito Stwo, sapevo che aveva solo successo davanti a sé. I produttori di musica elettronica sanno bene quanto sia difficile creare un suono semplice ma complesso. Chi non lo sa, è meglio provare. Ascoltando Stwo, è molto facile sezionare il suo lavoro. Un basso semplice, un calcio che ricorda il leggero picchiettio di un cuscino, con i famosi cappelli di fabbrica masticati di Roland, accompagnati da campioni vocali della hit Jennifer Hudson e la sua canzone “Spotlight” non promettono molto.

Ma proprio come un buon chef fa un capolavoro con gli ingredienti più elementari, Stwo ha creato un successo le cui vibrazioni sono responsabili del fatto che molti diventino genitori. Suono lento e sexy, transizioni quasi impercettibili e un incredibile talento per la produzione musicale non sono passati inosservati. Le collaborazioni con artisti come gli anni ’40, Jaden Smith e Drake hanno decisamente messo Stwo sulla mappa. Cosa ci aspetta in futuro, non lo so. Ma talenti come Stwo ci hanno abituato a sorprese positive, quindi mi aspetto niente di meno che altri successi da questo produttore di Toronto.

Gli avvoltoi di Chee

Il produttore sudafricano Chee è noto per il suo suono unico, ibrido e sperimentale. Il tema delle opere di Chee è molto oscuro e serio in quasi tutte le canzoni pubblicate, e la musica stessa, nel senso della produzione, non è niente di particolarmente più leggero o brillante.

In ogni caso, i recenti dischi di Chee sono incomparabilmente più cupi e dal suono più duro di qualsiasi cosa abbia registrato finora, in gran parte grazie al fatto che la sua ultima produzione è tecnicamente molto più semplice.

Ciò non significa che il suo suono sia peggiore o di qualità inferiore. Piuttosto, usando meno suoni, Chee è riuscito a trovare una formula che faccia suonare le sue canzoni fuori dal mondo. Visti i riconoscimenti ricevuti negli ultimi anni, molti sembrano disposti a investire su di lui (Deadmau5) ea seguirne il lavoro. Il suono specifico di Chee, arrangiato in un paio di strati, guidato da atmosfere horror alquanto terrificanti, produce molta intensità ed energia. Con la progressione di un ritmo pesante e sintetizzatori ringhianti ancora più pesanti, scatena un capolavoro di basso con un suono insolito e funky che amiamo ascoltare. Se stai cercando brani con molti bassi, questo è uno che dovresti assolutamente aggiungere alla tua playlist.

Potresti essere interessato alla nostra guida sulle migliori chitarre acustiche economiche per principianti.

Breaking a Sweat di Skrillex ft. Le porte

Non molte persone l’hanno visto arrivare. Non c’è praticamente assolutamente nulla che Skrillex e The Doors abbiano in comune.

Uno è il nome più grande della dubstep che è riuscito a cambiare per sempre l’industria della musica elettronica, e l’altro è una rock band degli anni 60 e 70. E molto probabilmente i protagonisti di questa storia non si sarebbero mai incontrati se non fosse stato per il team che ha realizzato il documentario “RE: Generation” che ha registrato le collaborazioni di nuove generazioni di dj e produttori con autori di generi completamente diversi.

Poi Ray Manzarek, Robbie Krieger e John Densmore appaiono in un video dietro le quinte, che ha riunito anche J Premier, Mark Ronson, Pretty Lights e The Crystal Method.

La canzone è una variazione di “Milestones” di Miles Davis, seguita da batteria brutale e sintetizzatori ringhianti, sottolineati da un sottobasso chiaro e forte. A differenza delle precedenti versioni di Skrillex, “Breaking a Sweat” è dipinto con toni leggermente più naturali, in gran parte grazie al fatto che The Doors è riuscito a liberare la collaborazione dalle catene del suono prodotto dal software. Anche se è difficile aspettarsi di ascoltare altre collaborazioni come questa in futuro, è sicuramente interessante sentire cosa possono produrre insieme due generazioni diverse.

Program de Chase e Status ft. Irah

Drum’n’bass è nato e cresciuto nel Regno Unito. Sebbene principalmente influenzato dai suoni del dub e del reggae giamaicano, le radici del drum’n’bass sono profondamente legate al Regno Unito e possono essere definite il suo prodotto nazionale. Chase e Status creano le forme più complesse di Drum’n’bass per le masse. Attraverso anni di sperimentazione nella produzione, Chase e Status hanno attraversato ogni possibile sottogenere. La prova è questa collaborazione con Irah, attraverso la quale sono riusciti a dimostrare che anche gli elementi della giungla non sono estranei a loro.

Le sue tracce piene di batteria, bassi esplosivi e ritmo implacabile sono spesso integrate da collaborazioni con cantanti. Alcuni di loro sono Kano, Takura, Plan B, Dalilah e Liam Baily. Le persone che sono nuove nel mondo Drum’n’bass probabilmente si imbatteranno immediatamente in uno dei lavori del duo londinese. E quel ruolo sembra essere qualcosa che piace e piace ai ragazzi di Chase e Status. Diventare mainstream sembra impossibile per qualsiasi artista di Drum’n’bass e d’altra parte, andare sottoterra non è davvero qualcosa che possiamo aspettarci. Ad ogni modo, non vediamo l’ora di collaborazioni che ci ricordino che c’è ancora un groove da giungla vivo da qualche parte.

Vi lasciamo alla nostra analisi dei migliori microfoni XLR e USB a condensatore economici.

Arcangelo per sepoltura

La canzone di Burial “Arcangelo” è stata pubblicata nel 2007.

Come la maggior parte delle sue opere, Burial’s Archangel è una canzone profondamente personale che attraverso la sua specifica espressione evoca un’altra Londra, buia, piovosa e fredda. La sua produzione è riconoscibile. I tamburi che passano attraverso una serie di filtri rivelano un’ossessione per il suono di un ago che danza su un disco di grammofono. Ma l’unica ossessione di Burial non è solo il suono. La sua passione per il gioco “Metal Gear Solid”, di cui ha campionato le parti del sottofondo musicale, può essere vista anche in questa canzone. Nella clip di gioco, il personaggio principale salta dal ponte e apre le braccia come un arcangelo, il che spiega da dove ha tratto ispirazione per il titolo della canzone.

Le sue linee di basso sono pesanti, ma allo stesso tempo cupe e misteriose, creando così un’atmosfera quasi piovosa.

Sebbene le sue capacità di produzione siano completamente diverse da quelle di un moderno musicista di musica elettronica, Burial è riuscito a diffondere la sua influenza su un’intera nuova generazione di produttori che producono musica liquida e popolarmente chiamata chill-out.

La batteria spesso fuori tempo probabilmente non è la scelta di playlist più intelligente per ogni DJ, ma in primo luogo non è per questo che la musica di Burial è stata creata.

Tristezza, solitudine e rimpianto sono le emozioni che vengono in mente ascoltando la musica dei Burial. Come lui stesso ha detto: “Quello che voglio è quella sensazione quando sei sotto la pioggia o in un temporale. È un brivido in fondo alla tua mente, l’atmosfera di sentire un suono triste e distante, ma sembra più vicino, come se fosse solo per te”.

Infestato da Stwo ft. Sevdaliza

Stwo è uno dei miei produttori preferiti, ma sarebbe ingiusto dire che è l’unico motivo per cui ha inserito due voci in questa lista. Non io, ovviamente, ma questo capolavoro moderno. La bellezza del lavoro di Stwo risiede probabilmente nella multidimensionalità e separabilità degli elementi.

Ciascuno dei suoi suoni è un tutto separato ed è molto facilmente isolato. La voce di Sevdaliza, che suona un po’ fragile e timida, ma allo stesso tempo sexy e seducente, completa la composizione in cui un basso puro viene fatto passare attraverso il filtro LFO, facendolo suonare un po’ “ubriaco”.

Così, la voce leggermente più profonda, vellutata, allo stesso tempo penetrante e morbida della cantante olandese-iraniana ti conquista già dopo le prime battute della collaborazione. La canzone è rilassata, malinconica e le capacità vocali di Sevdaliza la rendono quasi irreale. Un’interazione leggermente psichedelica di percussioni super pulite, calci pesanti e sintetizzatori attutiti ci intreccia attraverso poco più di tre minuti di questa collaborazione rilassata e casuale. Vorrei che fosse più lungo.

Potresti essere interessato ai migliori ukulele economici per principianti per te o per i tuoi bambini.

Want U di StadiumX e Metrush

Il duo ungherese, in collaborazione con il loro connazionale Metrush, ha creato una delle canzoni più interessanti dell’anno scorso che in qualche modo è passata inosservata.

È molto probabile che il pubblico abituato ai loro precedenti lavori sotto la cupola della casa progressista non abbia reagito con la massima abilità all’espressione un po’ più seria creata da questa collaborazione.

Ma in ogni caso, StadiumX ha dimostrato di non aver paura di uscire dalla loro zona di comfort e penso che dovrebbero farlo più spesso.

La canzone inizia con una voce semplice che ripete costantemente “All I Want Is You” che ha suscitato un carattere rilassante. Per fortuna, già dopo le prime due battute introduttive accompagnate da un basso profondo “Reese”, è chiaro che questo è molto più di questo.

Strati perfettamente disposti di diversi sintetizzatori creano un’atmosfera che, come spesso accade, viene portata al punto di ebollizione da un mucchio di rullanti. La melodia progressiva al centro della canzone, un ottimo basso modulato, merita molte più visualizzazioni di quelle che hanno. Tutto sommato, questa è una delle migliori canzoni di bass drop in circolazione.

Mai di Nalestar e Freakpass

Il successo di Nalestar “Never” è una barra d’oro di ciò che sta accadendo attualmente nel mondo dell’EDM, ma con un’enfasi su un approccio europeo che è, è importante sottolineare, un completo opposto di quello americano.

L’enfasi è sulle melodie semplici e pulite, sul canto acuto, spesso androgeno, pulito e sull’estetica musicale generale in quanto tale, mentre l’EDM americana non riesce ancora ad allontanarsi da elementi di hip-hop, rap e RnB.

Non stiamo parlando di un tipico successo da club perché “Mai” non ha nemmeno provato ad essere quello, né lo sarà. Nalestar produce musica per l’ascoltatore quotidiano che, mentre svolge le consuete attività quotidiane, ama ascoltare il sussurro in sottofondo.

Ti lasciamo un ottimo strumento gratuito per la registrazione: Camel Crusher VST Plugin.

Il mistero della prima stazione

La Prima Stazione è nata nel paese sbagliato. Il produttore russo si distingue da tutti i produttori di camere da letto in termini di qualità, ma non è andato abbastanza lontano perché gli ascoltatori riconoscessero il suo lavoro.

The First Station ha un’espressione musicale unica che unisce elementi di deep house, basso brasiliano, trance e l’onnipresente Trap.

Devo essere onesto e ammettere che finora non ho sentito un solo produttore creare una fusione di generi apparentemente incompatibili con un tale successo. Perché The First Station non abbia fatto una svolta, non lo so. Forse la risposta sta anche nel fatto che non è troppo interessata ad attingere ai mercati occidentali.

I suoi lavori sono caratterizzati da una voce eccellente e usa spesso elementi della musica classica per creare l’atmosfera e il suono quasi fusi di trance dei primi anni 2000. Il tutto accompagnato da ottimi sintetizzatori progressivi ed effetti sonori che rendono il suo lavoro uno dei migliori in questo elenco. Secondo me, questa è facilmente una delle migliori canzoni di basso in circolazione.

Il ladro di OK

Il produttore di San Diego Abraham Laguna è stato uno dei primi pionieri della massiccia transizione dalla musica house e dubstep alla produzione trap.

“Thief” di Ookay è uno dei brani più interessanti degli ultimi anni. L’intera canzone ricorda un festival pieno di folla dipinta con colori diversi e strani gioielli, e questa è la “sensazione” dall’inizio alla fine.

Il brano era decisamente caratterizzato da una sezione guidata da un ottimo riff suonato al sassofono. Inoltre, la linea di basso, sebbene molto semplice senza troppa modulazione, ha fatto un ottimo lavoro nel dare a questa canzone un carattere festoso.

La voce di Ookay è raddoppiata con una versione “acuta” del suo stesso canto, e l’uso di un arpeggiatore rende la canzone molto interessante e piena di energia positiva.

La ricerca di NF

NF è attualmente uno dei rapper più popolari e ascoltati. Sebbene sia difficile negare la somiglianza tra lui ed Eminem, NF differisce in modo significativo da gran parte della scena hip hop. È un grande paroliere che è speciale forse soprattutto perché non usa le parolacce a cui siamo abituati nella scena rap. I suoi testi sono adatti a tutte le età, che è il suo più grande punto di forza. Per questo motivo il suo lavoro attira un pubblico più giovane (o meglio i suoi genitori).

Nei suoi testi parla più spesso delle sue lotte interiori, della battaglia che conduce dopo il suicidio di sua madre e dei problemi causati dal disturbo d’ansia di cui soffre. I suoi temi strumentali sono uno dei più ricercati su Internet. Combinare musica trap con elementi di musica strumentale classica, campioni di coro e voci che ricordano Eminem è una formula abbastanza buona, se me lo chiedi.

I fan di Eminem che odiano la sua metamorfosi in senso artistico adoreranno sicuramente NF e i suoi testi vertiginosi. Eh si, è importante citare anche i video che accompagnano la loro musica. Se Eminem decidesse di rifare il suo video “Stan”, assomiglierebbe al lavoro recente di NF.

In questo momento di Fabian Mazur ft. Luude

Fabian Mazur è uno dei produttori di trappole più importanti e popolari.

Puoi ascoltare i suoi campioni sulla maggior parte delle attuali produzioni trap. Anche se ultimamente è stato un po’ meno attivo, Fabián è ancora considerato uno dei re dell’emergente movimento trap. Chiaramente Fabian Mazur trae ispirazione dalla musica hip-hop e RnB, che è evidente anche nel suo “Right Now”. La canzone non è un successo del festival.

Piuttosto, è più una melodia che può essere ascoltata per creare uno stato d’animo “rilassato”, sebbene sia piena di elementi aggressivi e aspri. La performance vocale di Luude ha completamente elevato la traccia e ha reso le transizioni quasi senza soluzione di continuità.

Fabián si è reso conto di qualcosa che molti produttori non sapevano, ovvero che la trap non è la nuova Dubstep e può essere consumata in diversi modi. Bel lavoro!

Chinatown di Distinkt

Se qualcuno mi chiedesse la definizione di Bass-House, risponderei: Distinkt.

Distinkt ha un suono specifico che all’inizio non ha molto senso.

Le sue linee di basso suonano stonate e la batteria e le percussioni nelle sue canzoni sembrano spesso datate e antiquate. Ma il modo in cui Distinkt fonde insieme tutti quegli elementi virtualmente privi di significato si traduce in qualcosa che è considerato l’apice della migliore produzione di bass house. È degno di nota il fatto che Distinkt attinge molto dall’UK-Grime (rap in stile britannico con linee di basso massicce) e non si tira indietro.

Le battute di accompagnamento tratte dalla Jackin’ House e dal garage del Regno Unito (suonate solo a un bpm più veloce), mostrano molte promesse. Ci aspettiamo molto da Distinkt e non vediamo l’ora di ricevere nuove sorprese audio da questo produttore con sede a Bristol.

Cronaca di Matroda

Il DJ e produttore croato Matija Rodic, noto come Matroda, è uno dei produttori che produce il suono più complesso nel settore dell’EDM. È difficile trovare un produttore che dedichi così tanto tempo alla perfezione tecnica di ogni suono. Ascoltando i lavori di Matroda, si ha la sensazione che siano stati eseguiti in modo impeccabile. Ogni suono ha la sua storia e la racconta chiaramente. La musica di Matroda non è progettata per essere ascoltata all’interno del tuo appartamento.

Ciò potrebbe essere dovuto al carattere stesso della tua musica che potrebbe far arrabbiare i tuoi vicini. Fa musica esclusivamente per festival e club e non sembra preoccuparsi di quante persone la ascoltino su Spotify sdraiato a letto e fissando il soffitto. Tuttavia, non è il target di riferimento per Matroda.

Il suono di Matroda è duro e brutale. Sa come tirare fuori l’energia più sfrenata nelle persone e lo fa bene. Se desideri brani per testare la qualità dei bassi, questa è un’ottima opzione.

Cavallo di Salvatore Ganacci

Salvator Ganacci è uno dei personaggi più strani della scena musicale.

Il produttore svedese-bosniaco intrattiene regolarmente e trolla il pubblico con le sue esibizioni ai festival musicali, cosa che in un certo senso lo ha reso più famoso della musica che produce. È importante ricordare che Salvatore Ganacci è un grande produttore che non ha paura di fare un viaggio nel passato, come ha fatto nel brano “Horse”.

A Salvatore Ganacci piace sperimentare tra gli stili. Non è raro sentire diversi stili musicali mescolati nel suo lavoro.

Il basso insolito a un tempo abbastanza veloce (146bpm) è qualcosa che sentivamo negli anni ’90, ma Salvatore non aveva paura! Invece, ha tirato fuori una vecchia formula di musica elettronica e ha creato un grande successo accompagnato dal video più bello che abbia mai visto.

Ogni classe ha il suo clown, EDM si chiama Salvatore Ganacci e lo amiamo per questo!

Dustup di Noisia e The Upbeats

Se stai cercando una canzone veloce che ti mandi in uno stato di completo delirio in cui scuoti la testa come se fossi a un concerto metal, allora benvenuto e non cercare oltre. La collaborazione tra Noisia e The Upbeats ha prodotto una delle canzoni più brutali degli ultimi 10 anni.

Noisia ha portato la produzione musicale nell’industria Drum ‘n Bass a un livello superiore anche prima di questi successi. La batteria più brutale che si possa immaginare, accompagnata da sintetizzatori che quasi imitano la distorsione di una chitarra elettrica sotto steroidi, non lasciano nessuno indifferente.

Noisia era, è e continuerà ad essere una folle combinazione di elementi non solo della musica elettronica, ma anche di stili lontani del genere.

Excision Jaguar e Datsik

Chi conosce Excision e Datsik sa che sono giustamente spesso chiamati uno dei pionieri del sottogenere BroStep Dubstep.

In un momento in cui Dubstep stava vivendo il suo culmine, questo duo (non proprio un duo ma spesso collaborativo) ha dominato la scena. Nessuno aveva tanti bassi e sintetizzatori killer come il duo canadese.

Le loro pubblicazioni andarono esaurite e le canzoni furono paragonate ai suoni degli accoppiamenti di “Transformers” e delle invasioni aliene della terra.

Se avessi scelto un’altra collaborazione tra questi due, non mi sarei sbagliato, ma ho scelto la canzone “Jaguar” perché è diversa da tutto ciò che hanno prodotto.

Jaguar è ​​una canzone leggera che ricorda un po’ la collaborazione tra Daft Punk e Julian Casablancas e la loro canzone “Instant Crush”. Tuttavia, non ci sono troppe somiglianze oltre l’espressione vocale, dal momento che “Jaguar” è ancora una canzone più difficile, ma non nella misura in cui è digeribile dal pubblico del club.

Un ottimo mix di chitarre elettriche generiche con percussioni pesanti e un semplice sintetizzatore saw ci riporta ai giorni passati, quando il dubstep era mainstream.

Diventare pazzo da funghi e guerrieri infetti

Infected Mushrooms, un duo di psytrance israeliano che esiste da quasi 30 anni, ha deciso di fare una rielaborazione del loro più grande successo “Becoming Insane”.

Sebbene molte volte abbiano saputo uscire dalle “acque della psytrance”, e talvolta anche entrare in aree sconosciute di diversi generi elettronici come il dubstep, gli Infected Mushrooms hanno sempre avuto un suono interessante che li ha resi delle star in alcuni paesi.

Suoni sintetizzati complessi, con frequenti flirt con strumenti classici come la chitarra acustica, hanno definito il suo stile, che è ancora considerato il più complesso e gold standard della musica psytrance commerciale.

La versione leggermente più lenta di “Becoming Insane” con Warriors non è troppo diversa dall’originale. I contorni e lo scheletro della canzone sono rimasti presenti, con lievi modifiche all’arrangiamento. Alcuni effetti e filtri sulle voci non hanno rovinato la versione originale.

È abbastanza chiaro che i ragazzi di Infected Mushrooms hanno deciso di ristampare il loro più grande successo in modo che un pubblico più giovane e coloro che non hanno avuto la possibilità di ascoltare il loro lavoro possano avere un assaggio della loro musica.

Fondamentalmente un bel tentativo che apprezzo per non allontanarmi troppo dal remix dell’originale.

Soundclash di Flosstradamus e Troyboi

In un momento di improvvisa espansione, o meglio di trasformazione del dubstep in trap, Flosstradamus e Troyboi erano le migliori speranze del genere emergente.

La trap esisteva già in passato, ma è stato solo con l’ingresso di ex produttori dubstep che i contorni di qualcosa che chiamiamo musica trap da festival hanno iniziato a formarsi.

Una delle canzoni che ha sicuramente aperto la strada a tutti i futuri produttori desiderosi di cimentarsi nell’arena trap è stata Soundclash.

Il suono shock abbonda con bassi profondi che non sono udibili sugli altoparlanti per laptop standard e toni fluidi. I testi sono irrilevanti, hanno comunque solo una funzione decorativa nella maggior parte delle canzoni trap, come è anche il caso qui.

Come al solito, c’è molto effetto ‘glitch’, che, credo, sia il risultato della riproduzione di Flosstradamus. Nonostante siano passati alcuni anni da questa collaborazione, appare ancora spesso nei DJ set trap e dubstep di tutto il mondo.

Rinzler dei Daft Punk

Avendo già menzionato i Daft Punk, sarebbe bello includerli nella lista.

Ok, su una versione remix, ma di nuovo.

Non ci sono molte informazioni su 1788-L. Appartiene sicuramente al gruppo di produttori a cui piace passare inosservato, quindi attira l’attenzione su ciò di cui potrebbe essere consapevole alla fine.

Sebbene la canzone originale nella versione Daft Punk sia stata creata come strumentale per il film “Tron: Legacy”, 1788-L ha completamente distrutto la canzone, e quando dico distrutto, lo intendo in senso positivo.

Il remix è molto oscuro e potente, con un sacco di potenti sintetizzatori ed effetti glitch che fanno esplodere l’energia. Certo, non ci sono troppe somiglianze tra l’originale e il remix, quindi non aspettarti lo spettacolo che potresti aver provato ascoltando la cover dei Daft Punk (sono uno di quelli a cui piace molto di più il remix).

Ci siamo persi qualche potente canzone di basso?

Facci sapere quali pensi siano le migliori canzoni di basso pesante in circolazione in questo momento e se dovessimo aggiungere a questo elenco.

Altre note che potrebbero interessarti: Le chitarre elettriche più rare, collezionabili e desiderabili del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.